Cos’è?

Le Membrane Epiretiniche, anche conosciute con i termini di Maculopatia a Cellophane o Pucker Maculare, è un insieme di membrane fibrocellulari avascolari (assenza completa o presenza moderata di vasi) e traslucide che si formano sulla superficie più interna della retina. Nella maggior parte dei casi possono essere asintomatiche, anche se in alcuni pazienti portano a riduzione visiva o a metamorfopsia, cioè alla distorsione dell’immagine percepita. Generalmente i sintomi visivi sono maggiormente riscontrabili quando viene coinvolta la macula, cioè la porzione centrale di retina deputata alla visione dei dettagli, maggiormente utilizzata ad esempio per la lettura o per il riconoscimento di un volto.

Quali sono le cause ed i fattori di rischio?

Le cause alla base della formazione delle Membrane Epiretiniche (Pucker Maculare) sono da ricercarsi in un difetto strutturale retinico per il quale alcune cellule, chiamate cellule gliali, possono migrare e dar luogo alla formazione di una membrana. Questa membrana può appunto avere l’aspetto di un cellophane e può creare una trazione o una grinza retinica. La causa più comune del Pucker Maculare è una condizione legata all’età definita Distacco Posteriore di Vitreo, dove la sostanza gelatinosa che riempie il bulbo causa delle micro lesioni (il paziente può percepire flash luminosi o corpi mobili). La presenza di Membrane Epiretiniche o Pucker Maculare può associarsi ad altre condizioni patologiche retiniche, quali Distacco di Retina o Alterazioni Vascolari Retiniche (Retinopatia Diabetica o Occlusione Venosa Retinica).  Possono ancora essere consecutive a fenomeni traumatici, ad interventi intraoculari o condizioni infiammatorie intraoculari.

Tra i fattori di rischio per le Membrane Epiretiniche (Pucker Maculare)  possiamo riconoscere

  • Età Avanzata

  • Distacco Posteriore di Vitreo

  • Pregresse condizioni patologiche retiniche

  • Pregressi interventi retinici o traumi

  • Infiammazioni intra-oculari

Quali sono i sintomi ed i test diagnostici da effettuare?

I sintomi provocati dalle Membrane Epiretiniche possono essere assenti o trascurabili. Nel caso di coinvolgimento maculare è possibile assistere a riduzione visiva, metamorfopsia (distorsione dell’immagine percepita), mentre l’associazione di trazione vitreale causa la comparsa di flash e corpi mobili.

La diagnosi avviene in primo luogo tramite l’esame del fondo oculare; al fine di determinare con precisione l’entità e l’estensione della condizione, il Medico Oculista ricorre normalmente ad approfondimenti diagnostici di Imaging retinico, quali ad esempio l’OCT (Optical Coherence Tomography) o in aggiunta la Fluorangiografia.

Quali sono i Trattamenti?

Il trattamento delle Membrane Epiretiniche (Pucker Maculare), oltre ad un attento monitoraggio mirato a comprenderne l’evoluzione, può essere chirurgico. Si procede normalmente con una procedura chiamata Vitrectomia, grazie alla quale il vitreo viene sostituito ed è possibile procedere al peeling delle membrane che vengono quindi rimosse.

Il risultato post-operatorio può essere influenzato da differenti fattori quali

  • Durata di permanenza delle membrane

  • L’entità della trazione o del raggrinzimento retinico

  • Causa alla base della condizione